Il CVC, come si usa scrivere tra gli appassionati del mare, va citato in questo capitolo "Marina e marineria" come l'iniziativa più nobile nata nell'Arcipelago dopo la guerra e la più degna di rappresentare una linea di continuità ideale con la grande tradizione marinara dei secoli scorsi.

Il centro nacque nel 1967, ad opera di un gruppo di appassionati del mare facenti parte della Lega Navale Italiana di Milano e del Touring Club Italiano; le due associazioni trovarono nella Marina Militare, nella persona dell'allora Capo di Stato Maggiore Ammiraglio Michelagnoli, il patronato, la comprensione e i contributi più ampi ed immediati per la nascita del C.V.C.

Nessun luogo in Italia si presta ad una scuola di vela come il ventoso arcipelago di La Maddalena e nessuna tra le sue isole offre condizioni di protezione e logistiche migliori di Caprera.

Perciò la Marina concesse al nascente centro la parte sud-occidentale dell'isola tra Punta Coda e il meraviglioso golfo di Porto Palma. Qui, sul lato di Punta Coda, sorgevano vecchi edifici militari con camerate, mensa, servizi, aule di lezione per il primo corso, quello di iniziazione.

Successivamente si costruirono due piccoli villaggi di "tucul" immersi nella macchia, l'uno ai piedi di Monte Fico su una piccola cala, l'altro sulla sponda Ovest di Porto Palma, per ospitare gli altri due corsi fondamentali, il Perfezionamento (che iniziò nel 74) e il Precrociera. Un quarto corso, il Crociera che ebbe inizio nel 70, essendo itinerante, non dispone di base propria, o per meglio dire, ha la sua base naturale in mare.

Nacque una carpenteria per la costruzione e la manutenzione delle barche, una veleria, un'officina meccanica; fu realizzata una rete idrica, furono installati generatori di corrente e un servizio antincendio mediante idranti ed estintori distribuiti nelle tre basi e lungo la stradina che collega correndo nell'inestricabile folto della macchia.

L'insieme del CVC non blandisce i potenziali allievi, anzi, nell'opuscolo di programma è esplicitamente scritto: "Qualora le prospettive che ti offriamo suscitassero in te delle perplessità, il nostro consiglio e di rinunciare ad iscriverti."

La durezza di queste discipline fu tanto salutare che già nel 1969 si formò spontaneamente una Associazione Allievi del CVC, che sei anni dopo entrò a far parte dell'Assemblea del centro come terzo socio, insieme con la Lega Navale Italiana e il Touring Club. Egli allievi che nel 67 furono 390, salirono a 824 nel 70, 1369 nel 75, e superarono i 1500 nel 1980.

A partire dal 74 il CVC fu riconosciuto affiliato alla Federazione Italiana Vela e il Ministero della Marina Mercantile lo abilitò a condurre corsi e a rilasciare patenti veliche a norma di legge,

Il CVC è collegato fin dall'origine al grande sodalizio velico francese, il Centre Nautique des Glénans, col quale avviene un continuo scambio di esperienze tecniche; fa parte infine dell'Associazione Internazionale delle Scuole di Vela.

Mi sono soffermato su tale iniziativa, perché essa rappresenta senza ombra di dubbio, una delle più importanti direttrici del futuro per La Maddalena e comunque quella che più di ogni altra corrisponde alla valorizzazione del luogo e delle sue tradizioni. Anche su scala nazionale, il CVC è una scuola di vita e non soltanto di vela; l'allievo vi riceve una formazione alla responsabilità civile ed ecologica sulla base di una continua sperimentazione pratica. oltre alla plasmazione del proprio carattere.

Le "Regole" del C.V.C.

  • Il CVC non è un centro vacanze ma una scuola di vela, pertanto la frequenza dei Corsi CVC richiede spirito di adattamento, disciplina, impegno ed accettazione di norme comportamentali. L'accesso alla Base è riservato esclusivamente a chi è inquadrato come Docente o Allievo in un Corso in atto. Nella base non sono ammessi auto o motocicli.
  • Gli arrivi e le partenze devono avvenire nel rispetto delle date e degli orari previsti e sono ammesse esclusivamente con mezzi organizzati ufficialmente e collettivamente dal CVC.
  • Non è consentito assentarsi, anche temporaneamente, dalla Base se non per giustificati motivi e con I'autorizzazione del Coordinatore Operativo. Non sono ammesse visite di parenti, amici e conoscenti a meno che non espressamente autorizzate dal Capo Base o dal Coordinatore Operativo.
  • L'ordine e la pulizia sono essenziali in una vita comunitaria e riguardano oltre che la propria persona e gli effetti personali anche i dormitori, il posto letto, i locali ed i servizi comuni, I'ambiente circostante nonchè le attrezzature e le cose della Base affidate alle cure degli Allievi. Vitale per la comunità dei Corsi è la cura delle imbarcazioni e del materiale.
  • ll sonno dopo una giornata intensa e faticosa è un diritto sacro, per cui ogni rumore, in prossimità dei dormitori, deve cessare all'ora del silenzio. Radioline, mangianastri e similari non sono graditi e il loro uso è comunque vietato nei locali comuni.
  • Gli Allievi di un sesso non possono frequentare i dormitori riservati all'altro sesso.
  • La sicurezza è il tema dominante della didattica del CVC sia in mare che a terra: dall'obbligo di indossare il salvagente ai mezzi di soccorso ed ai mezzi antincendio; tutti devono contribuire all'opera di prevenzione per evitare danni alle persone e alle cose.
  • Gli AIlievi che dimostrano di non essere idonei alla vita comunitaria della Scuola e che si sono resi colpevoli di gravi mancanze comportamentali vengono senz'altro immediatamente allontanati dalla Base.
  • L'uso delle imbarcazioni del Centro è consentito per l'espletamento delle attività istituzionali della Scuola. Ogni altro uso eventuale deve essere autorizzato dal Capo della Base o dal Coordinatore Operativo.

Come arrivare

ll CVC NON ORGANIZZA VIAGGI COLLETTIVI, ma soltanto il trasporto gratuito da La Maddalena al Centro e dal Centro a Palau. È importante prenotare al più presto il viaggio nell'agenzia della città tramite:
- TIRRENIA Navigazione - via mare da Genova o Civitavecchia per Olbia e Porto Torres.
- LINEA TRIS - via mare da Genova a Palau
- SARDINIA FERRIES - via mare da Livorno per Olbia.
- NAVARMA - via mare da Livorno per Olbia.
- LINEA LAURO - via mare da Pozzuoli per Palau.
- MERIDIANA - via aerea da Milano, Roma, Torino, Genova, Verona, Venezia, Bologna, Pisa per Olbia.

Vedi pagina delle Compagnie aeree e di navigazione

Da Olbia a La Maddalena sono disponibili i seguenti mezzi pubblici:
- pullman di linea da Olbia porto a Palau - 40 Km
- traghetti di linea Palau La Maddalena - 20 minuti.

L'appuntamento per I'inizio dei corsi di Caprera è stabilito ogni sabato a La Maddalena alle ore 13.30 al Pontile della Posta.
ll rientro prevede la partenza dalla Base con arrivo a Palau verso le 15.00.

Per i Corsi Crociera che iniziano in porti diversi da Caprera, I'appuntamento è sabato ore 11.00 nel porto dove sono ormeggiate le imbarcazioni.
Le modalità per raggiungere i porti e le banchine di ormeggio delle imbarcazioni verranno indicate con il modulo di conferma.

Prenotazioni

CON FAX:

  1. INVIATE la domanda di iscrizione, completa di recapito telefonico e fax, senza versare l'acconto. La segreteria vi contatterà entro 48 ore per confermarvi l'iscrizione temporanea al corso richiesto o per proporvi, in caso di turni esauriti, delle alternative.
  2. Dopo la conferma dell'iscrizione temporanea SPEDITE la domanda di iscrizione assieme al pagamento che potrà essere effettuato nei seguenti modi:
    • assegno bancario o circolare intestato a "Centro Velico Caprera"
    • versamento su C.C.P. n. 45452208 intestato a "Centro Velico Caprera" indicando nella causale il nome dell'allievo ed il corso e turno prescelto.
    • versamento mediante BONIFICO BANCARIO su c/c n. 92744 - Banca Popolare di Bergamo - Credito Varesino - Ag. 50 di Milano - ABI 05428 - CAB 01601 indicando nella causale il nome dell'allievo ed il corso e turno prescelto.
  3. ATTENDETE la CONFERMA DEFINITIVA per posta

SE NON SIETE IN POSSESSO DI UN FAX:

  1. TELEFONATE alla segreteria di Milano (0286452191) per chiedere la disponibilità di posti nei turni prescelti.
    ORARI SEGRETERIA: 08,30-12,00 / 14,00-17,00

     

  2. SPEDITE la domanda di iscrizione per POSTA PRIORITARIA assieme al pagamento che potrà essere effettuato nei seguenti modi:
    • assegno bancario o circolare intestato a "Centro Velico Caprera" indicando nella causale il nome dell'allievo ed il corso e turno prescelto.
    • versamento su C.C.P. n. 45452208 intestato a "Centro Velico Caprera" indicando nella causale il nome dell'allievo ed il corso e turno prescelto.
    • versamento mediante BONIFICO BANCARIO su c/c n. 92744 - Banca Popolare di Bergamo - Credito Varesino - Ag. 50 di Milano - ABI 05428 - CAB 01601 indicando nella causale il nome dell'allievo ed il corso e turno prescelto.

     

  3. Alla ricezione della domanda e dell'acconto la Segreteria valuterà se il richiedente possiede l'esperienza richiesta per la frequenza del corso ed invierà la conferma dell'assegnazione definitiva del turno e le modalità per il saldo.



RICORDARSI CHE:

  • I posti di molti turni dei corsi del CVC si esauriscono già nel periodo di febbraio - marzo.
  • Al momento del saldo dovrà essere consegnato anche il certificato medico attestante lo stato di buona salute e l'assenza di malattie che possano pregiudicare l'attività della vela.

CENTRO VELICO CAPRERA

Corso Italia, 10 - 20122 MILANO
Tel. 0286452191 (3 linee)
Fax 0289010826
orari pubblico: 9.00 - 12.00 / 14.00 - 17.00
mercoledì e giovedì: 9.00 - 12.0

Indietro