Altre isole minori dell'arcipelago di La Maddalena

A nord dell'isola di La Maddalena, allineate nord sud, sono distribuite alcune isole minori circondate da scogli emergenti ed isolotti: Barettinelli, Barettini, Isola Piana, Corcelli e Berettinelli di Fuori, dove sorge un fanale. Sono ambienti poco frequentati per la difficoltà di accesso e la loro sostanziale integrità favorisce l'insediamento di importanti colonie di uccelli marini, quali il gabbiano reale, il marangone dal ciuffo ed altri. Sono anche zone rilevanti per la flora e per la presenza di endemismi tipici dell'arcipelago, come la ginestra di Corsica ed il Becco di gru corso.
Il territorio del Comune di La Maddalena si estende su tutte le isole minori che fronteggiano la costa nord orientale della Sardegna fino al piccolo
arcipelago di Mortorio a sud: la maggior parte sono poco più che piccoli scogli. Ha una estensione di una certa rilevanza ed anche una copertura vegetale l'Isola delle Bisce, separata da Capo Ferro dal Passo delle Bisce. Sull'isola sorge il fanale che, con quello corrispondente del capo, indica il passaggio nello stretto. Nei suoi fondali giacciono i resti di un relitto moderno e tracce di un affondamento di un'imbarcazione di epoca romana che trasportava un carico di semilavorati in marmo bianco.
Di fronte al Golfo del Pevero ed a poca distanza dal promontorio di Monte Zoppu, di fornte alla consorzio Costa Smeralda, sorge l'solotto de
Li Nibani circondato da altre piccole emergenze rocciose a nord ed a sud. L'isola è separata da terra dal Passo delle Galere: poco più a sud emerge l'isola delle Rocche.
Poche emergenze di roccia formano infine le cosiddette
Isole dei Poveri a sud di Punta Cupaccia.

Barrettinelli di Fuori

L'arcipelago di Mortorio
Il piccolo arcipelago è collocato secondo una direttrice sud ovest - nord est di fronte al Golfo di Cugnana, che ha il medesimo allineamento. Oltre che dall'isola maggiore è formato anche da Soffi, dall'aspetto pianeggiante (non supera 30 m slm), dagli scogli delle Camere ed al lato esterno dallo scoglio di Mortoriotto, su cui è eretto un fanale di segnalazione. L'isola di Mortorio è di proprietà privata, ma è, come le altre, completamente disabitata: ha un aspetto montuoso e si eleva fino a 77 metri sul livello del mare. L'arcipelago è di notevole importanza per la nidificazione di varie specie di uccelli. Il più raro è il gabbiano corso, che qui ha una colonia stabile con numerose coppie; a Mortorio nidifica anche il falco pellegrino. Ma la particolarità di maggiore interesse è una piccola colonia di garzette (Egretta garzetta) che nidifica sulla bassa vegetazione.

Li Nibani Mortoriotto Isola del Porco

HOME