Come nel Parco del Cilento con un blitz degno dei migliori lottizzatori della prima repubblica l'ex ministro, Pecoraro, firma il decreto di nomina del nuovo Ente Parco di La Maddalena tra le proteste di Regione, Provincia e Comune ( vedi ) che si rifiutano di nominare i propri rappresentanti in seno al C.d.A.

AGOSTO 2009

SINDACO VS BONANNO

SETTEMBRE 2009

ZANCHETTA VS BONANNO

LUGLIO 2008 - NUOVE LOTTIZZAZIONI AL PARCO : ALLA DIREZIONE DELLA PRAVDA-PARCOINFORMA NOMINATO UN VERDAGNO CAGLIARITANO
E' il professor Roberto Copparoni, verdagno da Casteddu in sostituzione del maddalenino Gian Carlo Tusceri, il quale inizia bene la sua carriera al foglio di propaganda del pacco affermando, pari puri cunvintu,  che bisogna "mitigare ( è un eufemismo che significa impedire ) gli usi civici ai residenti .....perchè l'anarchia (?) ha fatto il suo tempo...."  Come dire : accidenti a questi barbari ed anarchici indigeni rovinabiente adesso che sono arrivato io in città se la dovranno vedere con me ! DIRETTORE SCERIFFO. E noi che ce la prendiamo a ridere dedichiamo a lui ed al suo mentore questa vignetta.


Chi sono e cosa hanno detto all’atto del loro insediamento i nuovi padroni dell’arcipelago.

N.B. : I testi “virgolettati” sono stati tratti da il Vento” n°99 del 09.02.2008, dal sito ufficiale della Regione Sardegna e dagli articoli e dalle interviste apparse su “La Nuova Sardegna” . Le foto dei lottizzati sono dell'amico Antonello Sagheddu che ringrazio per la gentile concessione.

Se il buongiorno si vede dal mattino allora siamo fatti in mano !

I LOTTIZZATI DEL PARCO OVVERO …. IL “nuovo”  C.d.A.

Giuseppe Bonanno

Agostino Bifulco

Lilli Bertorino

Pier Mario Manconi

Andrea Cossu

Marco Curini Galletti

Danilo Pisu

Regione

Provincia

Comune

ASSENTI GIUSTIFICATI

VEDI GIUSTIFICAZIONI

IPSE DIXIT

BONANNO : “ Comune, Regione e Provincia non hanno voluto nominare i membri di propria competenza ?" ( ME NE FREGO ! …questo non lo ha detto ma certamente, conoscendo il personaggio, lo avrà pensato … ) “..però io vado avanti lo stesso !”  ARROGANTE.

BIFULCO : “Metterò a disposizione del parco la mia esperienza politica”. Grazie Agostino ci aiuterei a farlo fallire prima perché in fatto di trappoloni sei una garanzia a La Maddalena ! HASTA LA POLTRONA SIEMPRE !   INTENDITORE

PISU : “ Mi spiace che manchino alcuni componenti del C.d.A.”  AFFRANTO.

MANCONI : “ E’ importante comunicare…E’ importante recuperare il rapporto con i cittadini…”    MEDIATICO.

COSSU : “ La prima cosa da fare è il piano del parco…”    PRAGMATICO.

CURINI GALLETTI : “ Il parco deve porre steccati rigidi ed invalicabili. Ho difficoltà a comprendere come si possa conciliare sino in fondo tutela e sviluppo”. Ci tolga una curiosità stimato Professore : ma se non si comprende da solo come potrà spiegare ai maddalenini le sue idee confuse ?  DECISIONISTA CONFUSO, PERICOLOSO.

BERTORINO : l’ unico che, a nostro parere, ha detto, nel bene o nel male, qualcosa di sensato (da buon vecchio e navigato democristiano ) “ ….c’e’ a Stagnali un centro delfini nel quale ci si attende di vederli invece sono solo in foto…” ( in compenso, caro Lilli, si vedono molti ricercatori  paganti nella foresteria ) “ Il cinghiale deve essere eliminato ( a fucilate ) e bisogna fare il piano per il parco.” Dulcis in fundo la scoperta dell’acqua calda “ Il Parco è osteggiato da tutti” e in un impeto di sincerità afferma “Se facessimo il referendum il parco sarebbe cancellato perché è stato calato in maniera un po’ pedestre (!?!) ed è visto come un patrigno. Dobbiamo quindi collaborare con regione,provincia e comune…” COME DIRE : NON SO COME E PERCHE’ SONO QUI, NON SO COSA DOVREI FARE MA RIMANGO LO STESSO PERCHE’ TUTTO SOMMATO UNA POLTRONA E’ SEMPRE UNA POLTRONA !  DEMOCRISTIANO SINO AL MIDOLLO.  EQUILIBRISTA.

REGIONE : ( dal sito ufficiale della regione ) SORU(Il Parco) E’ un limite allo sviluppo di La Maddalena? Sì, questo parco sicuramente sì: perché in questa comunità c’è il sindaco e poi c’è una specie di commissario… questa legge ( la 394/91 n.d.r. ) va modificata( La Maddalena, sabato 3 dicembre 2005 ) MORITTU : “Dobbiamo discutere sulla revisione degli accordi Stato Regione del 1999. Tra questi anche la legge che regola il funzionamento dei parchi. Noi non nomineremo il nostro rappresentante in seno all’Ente Parco … uno stipendificio” (La Nuova 22.01.2008 )  LA REGIONE INAUGURA LA CAMPAGNA ELETTORALE.

PROVINCIA : ZANCHETTA : “…dobbiamo abbattere i criteri di nomina dell’ente parco e noi, in accordo con regione e comune di La Maddalena non nomineremo i nostri rappresentanti. Non possiamo più accettare nomine che arrivano dall’alto. Le aree protette devono nascere dalla volontà popolare, devono essere scelte dal basso...(La Nuova 20.01.2008 )    RAVVEDUTO.

IL CONSIGLIO COMUNALE MADDALENINO ALL’UNANIMITA’ “…disconosce formalmente il Protocollo d’Intesa Stato- Regione ­Comune che nel 1994 ha dato l’avvio alla procedura istitutiva del parco. Non nomina i propri rappresentanti ed avvia le procedure per il Referendum”.  USCITI DAL COMA.

By Francesco Vittiello – www.lamaddalena.it

P.S. :  Cari Agostino Bifulco e Lilli Bertorino, non ce ne vogliate ma visto che il governo non c'e' più ( e tu, caro Lilli non dimenticare che sei stato nominato in quota truppe mastellate ) cosa aspettate per dignità e coerenza a rassegnare le dimissioni dopo il "niet" di regione, provincia e comune ?

HOME