EDITORIALE : "ANCHE IL CENTRODESTRA CONTRO IL REFERENDUM" di Francesco Vittiello

 Gli americani sono andati via  dalla Maddalena. Da allora, l'isola e'  un cantiere per costruire grandi alberghi che dovranno ospitare i capi di Stato in vista del G8. 

vedi il video

La Maddalena pentita
di Marco Corrias

Ma nell'isola il rimpianto per gli americani si fa sentire. Perche' i loro dollari non sono ancora stati sostituiti da altri introiti e perche' lo scetticismo sul futuro turistico e' forte.

CHI HA ORECCHIE PER INTENDERE INTENDA !

CLICCA QUI PER UN (FALSO) SCOOP SUL FUTURO PRESIDENTE DEL PARCO, RAGIONARE SUGLI AFORISMI E ... SGANASCIARTI DALLE RISATE !

( La nostra redazione NON è responsabile di ciò che è scritto in links esterni )

Il 18 giugno, abbiamo ricevuto un "messaggero" che ci ha informato, in presenza di due testimoni,  che "qualcuno" (per una volta fateci fare un allusione anche a noi) se non avessimo tolto ciò che non gli piace dal nostro sito "avrebbe chiamato il suo amico di Olbia per farci sequestrare il computer". Non avendo alcunchè da temere, la nostra risposta, tramite il suo stesso "messaggero" è stata "sopra i comandanti di compagnia di sono i comandanti di legione!" i quali, comunque, non verrebbero scomodati in un caso come questo perchè semplicemente un caso non esiste se non...nella mente monomaniacale * del mittente del messaggero !

ATTESTATO DI SOLIDARIETA' PERSONALE

La nostra solidarietà personale va all'Assessore al Turismo, Vincenzo BELLI e, chiarendo che non condividiamo le sue idee e le sue scelte politiche, non riteniamo corretto che sia ingiustamente sottoposto da diverso tempo ad una vergognosa gogna mediatica da parte del responsabile di un sito web maddalenino. Noi per formazione e cultura riteniamo che si possano politicamente censurare e criticare, anche aspramente, scelte altrui da noi ritenute sbagliate ma sempre con educazione (ed anche con ironia) e mai con una jihad talebana ad personam oppure guerre contra familia.  Chi ha orecchie per intendere intenda e si vergogni se conosce il significato della parola.        VUEFFE

 CLICCA QUI PER LA CRONACA DELLA RICHIESTA DI COMMISSARIAMENTO

 

 

* Monomaniacale : affetto da una fissazione / ossessione ( Vocabolario Zingarelli della lingua Italiana.

Cari maddalenini ed amici di lamaddalena.it,

vi chiedo scusa in anticipo per la pazienza che dovrete avere per leggere sino in fondo questo editoriale ma giuro che questa sarà la prima ed ultima volta che sarò così prolisso però, credetemi,  vale la pena sapere certe cose che stanno accadendo sul parco che tutti, a parole, dicono di non volere più o di voler cambiare ed invece…

Vi voglio parlare di quanto mi scrive un “noto” giornalista (?) locale, seppur senza un giornale dove scrivere i suoi profondi pensieri e le sue lezioni di moralità ( pensate che è addirittura patentato dall’ordine nazionale ) nella foga di un nuovo, anche se ancora presunto, incarico, di ventriloquo di un onorevole, in funzione, come egli stesso scrive “di distruggere la sinistra” e, nell’entusiasmo che ricava dalle promesse del suo padrino ( politico ), promesse tanto false, poiché difficili da mantenere, quanto inutili, le elezioni Berlusconi le ha vinte infatti da due mesi, le quali gli fanno dimenticare che le giuste battaglie di un UOMO ( giuste non in senso assoluto naturalmente ma quelle che un uomo ritiene giuste a prescindere da ciò che pensano gli altri ) un UOMO le combatte a prescindere dalle sue simpatie politiche, dal governo in carica  o dall'adorazione , come nel mio caso, che esterno apertamente dal 1993, per il Cavaliere.

Nessuno, almeno al sottoscritto, ha nulla da insegnare, qualsiasi cosa possa dire o pensare il mio amico d’infanzia,  poiché la mia credibilità e la mia onestà intellettuale deriva dalle decine di battaglie politiche e civili (qualche volta culminate in tribunale da dove sono sempre uscito immacolato) e nessuno può arrogarsi il diritto di darmi legittimazioni o patenti di democrazia o morale politica o di educazione civica, patenti che neppure certe conventicole affaristico-clientelari che imperversano in città possono dare ed il cui unico risultato, per ora, è stato solo quello di distruggere con calunnie ed accuse ingiuste e pretestuose, il centrodestra che dicono di voler raprpesentare disperdendone il patrimonio di voti e soprattutto di valori accumulato in tanti anni fino a culminare con l’estromissione forzosa dei suoi uomini migliori con una campagna di ODIO politico e di calunnie estesa anche su scala regionale.

Ricordi il mio amico che si può anche (tentare di) distruggere politicamente un uomo nato libero e non servo ma MAI le sue idee perchè ci sarà sempre qualcuno disposto a sostenerle e perpetuarle.

Per questo motivo persino uno come lui che risponde a nome di un onorevole ( addetto stampa, portaborse, assistente, aiutante, collaboratore, fiduciario,  galoppino, factotum, difensore ? ), anche se non so se sia vero, dovrebbe capire che un VERO UOMO dovrebbe essere riconosciuto ed apprezzato invece che mostrargli disprezzo.

Ma in un paese pieno di conigli opportunisti come questo ( ...conigli che almeno quando eccedono le quote che un territorio può sostenere pensa la mixomatosi a selezionare... )  vengono più apprezzati anche certi opportunisti ( politici) magari mascherati oggi sotto una camicia azzurra (o nera) o dentro un abito griffato … magari neppure pagato con soldi propri o guadagnati in proprio !

L’amico editorialista mi fa sapere che ritiene che gli “onorevoli” ( di centrodestra)  “SANNO CHE IL  COMITATO PER IL REFERENDUM E’ FORMATO AL 75% DI GENTE DI SINISTRA." .

Crede male “il nostro” quando ritenendo, come ho appreso dalla sua viva penna, che il comitato per il referendum sul parco sia formato al 75% da gente di sinistra.

E' formato infatti solo dal 50% di gente di sinistra e solo questo basterebbe a dimostrare, a chi naturalmente ha un barlume d’intelligenza, la giustezza di questa battaglia sul parco per far esprimere il parere dei maddalenini, battaglia che porto coerentemente avanti da quattordici anni, che è, come deve essere, super partes, a prescindere dall'opinione che si ha dell'attuale presidente del parco e dei suoi collaboratori, del governo in carica o di chi lo presiede.

Per quanto attiene al bene che stanno o starebbero facendo il duo dei nemici - amici  “onorevoli “ ( ma li legge il mio amico qualche volta i giornali ? La guarda qualche volta la TV ? Segue le cronache del  partito di F.I., di questi anni  o vive per caso sulla montagna del sapone ) m'importa sino ad un certo punto ed alcune le condivido anche ma da qui ad osannarli proprio non ci sto !  

A me infatti interessa, in linea generale, che i politici, tutti, ma soprattutto quelli beneficiati dal Cavaliere ( se non altro perché eletti anche con il mio voto !) facciano il bene dell'isola dove vorrei che mia figlia potesse crescere e vivere libera e serena e decidere, se il caso, anche di morirci.

Ed il parco e la battaglia per chiuderlo o quantomeno riportarlo ad una dimensione umana ed a misura di maddalenino , sono convinto, sarebbe dovuta essere una delle, anzi “la”, loro priorità visti i precisi impegni presi in campagna elettorale dal Partito  o quantomeno non essere messa da parte, come hanno tentato di fare, magari per alcuni interessi delle cooperative rosse locali e/o d’oltremare che sperano di rientrarci alla grande  o per le aspettative di qualche politico di centrodestra olbiese ( senza dimenticare quelli locali) di approdarvi come presidente o direttore generale !

C’e’ da tempo, ripeto a costo di diventare noioso, una campagna diffamatoria nei miei confronti ( esagitato, pazzo, mafioso,alcolizzato ed ora anche opportunista alcuni degli aggettivi usati nei miei confronti  ) e parte da lontano ovvero dai tempi in cui andava formandosi la lista dell’ex Sindaco Giudice quando, dalla prima pagina de " La Nuova ", un personaggio, fortunatamente scomparso quasi subito dalla scena, mi accusò di usare sistemi mafiosi in politica,  al quale si unirono ( saltando nel carro dei vincitori ) una paio di personaggi ( anch’essi scomparsi) che dalla porta del comune urlarono felici che "mi avevano finalmente fatto fuori" dal centrodestra oppure ad alcune persone affidabili e politicamente intelligenti che mi hanno dato del "fallito" pubblicamente ( e da me letteralmente ignorati ) o da altri personaggi che, ultimamente, si sono divertiti  a mettere in giro voci strane tipo quella dell'alcolizzato sparlante inseguito dagli avvisi di garanzia per "esercizio abusivo della professione giornalistica", reato peraltro NEPPURE previsto dal codice penale, trovando le orecchie di utili idioti ed approfittatori disposte ad ascoltarli.

Sono però d’accordo con il mio amico quando mi scrive che tutti possiamo sbagliare ( a parte il mio adorato Berlusconi ) e quindi se ci fosse un chiarimento e gli onorevoli volessero rimediare prima di mercoledi, giorno nel quale "altri" ( molto più importanti ed in alto di loro ) faranno ( anche se c’e’ ancora qualcuno che crede veramente che dentro la F.I. che conta in Sardegna ed  a Roma tutti mi considerino un “pazzo esagitato”, per usare parole loro ) ciò che loro avrebbero dovuto fare ( tra una promessa quasi impossibile da mantenere ed un impegno elettoral-clientelare ),  io sarei il primo ad esprimere apprezzamento nei loro confronti ( non un ringraziamento visto che i 18,000 € al mese che i due poveracci ricevono dal popolo italiano siano sufficienti come riconoscenza )  anche se non credo servirebbe comunque a qualcosa visto il clima che c'e' nel sempre più sfasciato, diviso, astioso e carico d’odio politico nei miei confronti dello pseudo centrodestra locale.

Per chi legge tengo a precisare che il sottoscritto NON è andato a parlare con nessuno ad Olbia nè a Sassari nè a Cagliari quando sapeva di difendere una giusta causa e mi sarei aspettato e mi aspetto tutt'ora che siano i lautamente pagati deputati a venire a parlare con il comitato referendario che sembra disprezzino tanto  perché formato al 75% da comunisti come mi riferisce il mio amico giornalista ( anche se, ripeto, la percentuale di uomini e donne di sinistra è del 50% ) per chiedere scusa ai suoi dirigenti e, soprattutto, ai 2500 maddalenini che hanno ignorato nelle loro visite dello scorso week end  ma che, probabilmente, essendo il nostro un movimento trasversale, per un buon 50% ,suppongo, abbiano votato per la lista del P.d.L. nella quale Berlusconi magnanimamente li ha inseriti sollevandoli financo dalla fatica di andarsi a cercare i voti per essere eletti !

I Maddalenini sono e saranno sempre informati e difesi dal sottoscritto che, come noto, anche rimettendoci e pagando in prima persona NON hai mai, sin'ora e senza tema di smentita, tradito la parola data a chi gli aveva concesso fiducia.

Se c’e’ ancora qualcuno che pensa che io sia sul mercato e che mi possa "comprare" se lo tolga quindi dalla mente !

Potrò anche apparire presuntuoso ma i fatti sono che sono gli eletti che vanno nel territorio e non il contrario come fanno da qualche anno a questa parte TUTTI i responsabili dei vari circoli e conventicole del centrodestra ( senza dimenticare quelli del centrosinistra ).

Se poi questi eletti NON lo devono al voto popolare ma alla beneficenza, ripeto, del Cavaliere o di Veltroni ( ....oltre che ai loro soldi visto che non siamo più ai tempi della vecchia DC o del PCI che in percentuale del 20% ad ogni tornata elettorale nazionale premiavano i migliori anche quelli senza milioni di lire o di euro di patrimonio personale che possono quindi comprarsi, come nell’antica Roma, una carica elettiva e lo dico senza invidia ma solo con un pizzico di nostalgia per un passato oramai remoto ) ed a maggior ragione DEVONO essere loro a venire a parlare con il Comitato Referendario e con i cittadini e non viceversa.

So che è un concetto da iniziati difficile da comprendere ai più ma un tentativo mi sentivo in dovere  di farlo comunque...

Aggiungo che nei due giorni precedenti l'incontro con gli ex dipedenti USA ( con tanto d’inopportune bandiere di partito ) uno dei maggiori responsabili della kermesse propagandistica è passato nel mio ufficio e che non mi abbia detto nulla dimostra la sua cattiva fede e chissà cos'altro ancora.

Fa bene il mio amico giornalista a difendere la “sua” casa ( che però è un po’ anche mia essendo un bene demaniale ) che lo stato  gli ha dato in concessione o in uso che dir si voglia ma questo non dovrebbe, a mio parere, fargli calare le cataratte su entrambi i bulbi oculari : quindi SI alla sua battaglia per il diritto (?) ad una casa ma NO ad un opposizione pubblica e/o di principio al referendum ed ad un eventuale commissariamento del parco in attesa dell’esito della consultazione popolare in nome della riconoscenza o dell’amicizia che lo lega a certi personaggi ( non tutti ) dell’attuale dirigenza del parco.

Questi valori che stranamente dal mio amico vengono riconosciuti solo ad alcuni dirigenti del parco ( anche se non a tutti ma solo a due di loro ) e non, ad esempio, a me che credo di avere le carte in regola, non dico per meritarmi la sua stima o la sua preziosa amicizia risalente ai tempi delle elementari ( amicizia che, ultimante, mi pare riservi sempre di più a pezzi da novanta della politica ,del potere e dell’economia ) ma almeno mi aspetterei un minimo di rispetto e qualche insulto o considerazione sbagliata in meno sulla mia persona perbacco !

In ultimo ... preparatevi cari amici di lamaddalena.it ai "botti" politici dei prossimi giorni che sin’ora vi annuncio e che annunceremo e descriveremo nel dettaglio, come Comitato Referendario, mercoledi prossimo alle 10,30 presso l'ex centro di aggregazione sociale.

Ci saranno delle sorprese (grosse) per tutti ed un brusco risveglio per molti : dai pesci più piccoli a quelli più grandi !

Francesco Vittiello

HOME