Spazio.Pubbl.gif (1222 byte)

Scorpaena scrofa

Scorfano rosso

Vive tra 20 e 200 m. di profonditÓ su ambienti di confine tra la sabbia e la roccia:cigliate, secche e radure tra i fondi rocciosi. ╚ il pi¨ grosso tra gli Scorpenidi presenti in Mediterraneo: pu˛ raggiungere infatti i 50 cm. di lunghezza. Facile perci˛ distinguerlo dallo scrfanono nero sia per la sua mole che per la colorazione decisamente diversa che Ŕ dominata tonalitÓ rosse, arancioni e giallastre con macchie nere e brune. Un'altra sua caratteristica Ŕ costituta dalla pinna dorsale che Ŕ unica, con robusti raggi spinosi percorsi da canali rigati collegati con una ghiandola velenifera. La sua puntura Ŕ perci˛ temibile come quella dello scorfano nero e provoca un dolore tremendo.

SCORFANO2.jpg (11616 byte)

Questa specie Ŕ carnivora e molto vorace: restando immobile aspetta che la preda sia a tiro per lanciarsi velocemente contro e catturarla. Si ciba di pesci, crostacei, e molluschi. Si pesca con nasse, reti da posta e a strascico. La sua carne Ŕ ottima nella zuppa o al forno con le patate. "Russu com'un capponi'' si dice a La Maddalena soprattutto di chi arrossisce violentemente.

Classificazione semplificata di Scorpaena scrofa:

Classe :                Osteitti

Ordine :                Scorpenitormi

Famiglia :             Scorpenidi

Distribuzione :   Mediterraneo, Atlantico orientale Senegal, assente in Mar Nero.

indietro.gif (2106 byte)