DAL DOTT. GIANCARLO FASTAME EX TALEBANO, ATTUALMENTE MISSIONARIO, RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO

LA PRIMA POLEMICA LETTERA DI MARCO TERRAZZONI   Argomenti Correlati   LA SECONDA ANCOR PIU' POLEMICA LETTERA DI MARCO TERRAZZONI

CAPODANNO 2010 ? UNO SPRECO INUTILE DI DENARO PUBBLICO PER UNO SPOT ELETTORALE !

Caro Francesco Vittiello, a proposito di spese folli di fine anno penso che tu abbia centrato il problema. Se è giusto che anche i maddalenini abbiano diritto di festeggiare il fine anno con qualche spettacolo, possibilmente insieme, è ancora più giusto spendere in maniera prima produttiva e poi equilibrata con la fame di chi non riesce ad arrivare a metà mese. Sto ai fatti:

-          La Sardegna , ha l’11 % della popolazione sotto la soglia di povertà alimentare  (non mangia) ed il 34%  sotto la soglia di povertà economica.

-          In Sardegna nell’ultimo anno la Cassa Integrazione è aumentata del 400 % (record nazionale).

-          A Luglio tutte le forze politiche sarde, destra e sinistra  (tranne una, soriana ? e ti pareva), si sono unite per affrontare la pesante crisi di Porto Torres. Finalmente insieme, non succedeva da anni.  

-          Il Presidente della Regione è costantemente a Roma per chiedere soldi per metà Sardegna in crisi.

-          Nel 2010 è previsto un accenno di ripresa economica ma è certo che la disoccupazione aumenterà ancora (occorrono altri tagli, per sopravvivere).

-          Alla Maddalena sono aumentate le file alla Caritas, non solo per il pacco viveri, ma anche per le bollette da pagare. 

-          In questo piccolo Comune da 11.000 abitanti, con 2.000 disoccupati ufficiali (?), in un mese verranno spesi  427.000 Euro per spettacoli fine a se stessi. A spanne, estendendo questo sistema a 60.000.000 di Italiani, si spenderebbero in un mese in Italia 2,4 miliardi Euro, quasi una mezza Legge Finanziaria.  

Dal mio punto di vista di contribuente preferirei una scelta più oculata.

Veniamo ai ritorni economici:

-          La passerella della Provincia ha soddisfatto albergatori e commercianti: non ci credo !

-          Il Rally  ha soddisfatto albergatori e commercianti: non ci credo !

-          Lo spettacolo musicale potrà soddisfare albergatori e commercianti: c’è chi ci crede ? Sa fare di conto ? Ne riparliamo a consuntivo.

Veniamo al divertimento:

-          Io amo Napoli, tifo Napoli, anzi sono un ultras, ho avuto la fortuna di vivere la curva B del San Paolo, in compagnia di Palummella e di altri amici, con loro ho vinto il primo scudetto, Pino Daniele mi piace da sempre. Il problema non è certo lui o il suo cachet, secondo me vale di più.

-          Il problema è che la casa si inizia dalle fondamenta, non dal tetto.

Fosse per me, partirei con un programma, non con un evento. Per attrarre persone e consumi e ritorni occorre offrire servizi e prodotti, quindi occorre organizzarsi, coinvolgere gli operatori, mettersi insieme, inventarsi anche altro, farlo durare una settimana, farlo sapere con largo anticipo.  

-          Chi vuol fare queste cose forse farebbe meglio a passare un fine anno a Taormina, dove un Festival dura una settimana, gli spettacoli all’aperto sono estivi, i ristoranti sono aperti anche a Natale (noi li teniamo chiusi, ed i traghetti caricano in uscita, verso l’agriturismo), i negozi sono aperti anche  dopo la mezzanotte del 31 (con offerte spettacolari per il primo acquisto dell’anno o la prima ora: forza copiamo), i pacchetti turistici comprendono più giorni, il turista è coccolato e ritorna.   

Potrebbe farsi venire qualche idea se andasse soltanto ad Alghero.

Non vorrei deludere chi ama Pino Daniele: è giusto goderselo, è giusto applaudirlo. Qualcuno dice “che te ne frega? È gratis” (ma non è vero, è pagato con le mie tasse, è vero soltanto per chi non le paga), “qualcuno” dice “erano soldi comunque da spendere” (non è vero, se si taglia sui posti di lavoro, tanto più sui precari, si può anche risparmiare sulle caramelle e stornare i fondi per altro). Giusto per capirci: avrei preferito aver speso 145.000 euro per le famiglie bisognose (ex Rally ) e 162.000 euro, o più, per un programma, da concludere con Pino Daniele. Chi non è d’accordo? C’è invece una spiegazione per lo spreco politicamente idiota e moralmente disgustoso di 470.000 euro a perdere? Sì. Ma ne riparleremo con l’anno nuovo !

  Caro Giancarlo, la tua lettera ha “centrato” il problema e quindi ogni persona ragionevole ritengo  che ne dovrebbe convenire dato che le tue argomentazioni sono, a mio parere, inconfutabili. Io e te abbiamo avuto il coraggio di esprimere la nostra opinione adesso sarebbe interessante che i maddalenini sappiano (dando per scontato che Comiti è per forza di cose d’accordo) cosa ne pensano anche gli altri “presunti” candidati sindaci di matrice di centrodestra (?).   Attendiamo quindi con ansia il parere di Michele Demontis e di Rosanna Giudice anche se, ti anticipo, dubito che riceveremo risposta : sia mai che debbano essere costretti a pensare con conseguente emicrania … derivante dallo sforzo ;-) Un saluto e buon 2010 ! Francesco Vittiello

LA PRIMA POLEMICA LETTERA DI MARCO TERRAZZONI   Argomenti Correlati   LA SECONDA ANCOR PIU' POLEMICA LETTERA DI MARCO TERRAZZONI

HOME